Arturo

8,0012,00 IVA inclusa

venerdì 20 maggio ore 21.00
Teatro Fucina Culturale Machiavelli
Verona

di e con Laura Nardinocchi e Niccolò Matcovich

Uno spettacolo nato dall’incontro di due registi/autori che portano in scena con delicatezza un pezzo delle proprie esperienze di vita, intorno alla domanda: cosa succede ad un padre quando non è più con noi? Diventa la stella più luminosa del cielo.

Biglietti

I biglietti, al costo di 12 € intero e 10 € ridotto (under 30 e over 70), sono in vendita online da questa pagina oppure il giorno dello spettacolo direttamente in teatro a partire dalle 20.

I biglietti ridotti speciali al costo di 8 € sono riservati alle convenzioni e agli iscritti dei nostri corsi di teatro.

tipo biglietto PrezzoQuantità
intero 12,00 IVA inclusa
-
+
spinner
ridotto (under 30- over 70) 10,00 IVA inclusa
-
+
spinner
ridotto speciale 8,00 IVA inclusa
-
+
spinner
COD: 11605-1-1-1-1-1-2-1-1-1-1-1-1 Categorie: ,

di e con Laura Nardinocchi e Niccolò Matcovich
scena Fiammetta Mandich
suono Dario Costa
luci Marco Guarrera
illustrazioni Margherita Nardinocchi
grafica Simone Galli, Margherita Nardinocchi
assistenza e cura Anna Ida Cortese
foto Valeria Taccone
produzione Florian Metateatro, Rueda/Habitas

Arturo non è mio padre
Arturo è una stella
Arturo è una delle stelle più luminose del cielo
Le stelle nascono, vivono, muoiono
Proprio come i padri
Morendo lasciano dei residui
Proprio come i padri

Arturo non è uno spettacolo, bensì un accadimento, un incontro.
È nato durante un viaggio in Puglia, d’estate, in un pessimo ristorante. Qui Niccolò ha manifestato a Laura il desiderio di costruire insieme un lavoro che avesse come tema il rapporto con i propri padri, con la perdita dei propri padri e che fossero proprio lui e Laura in scena, pur essendo autori e non attori.

Arturo è così diventato la forma della loro memoria, in cui i racconti, i giochi, le date, gli aneddoti, le parole si sono trasformati in pezzi, per la precisione dodici, di un grande puzzle. Un gioco a cui gli spettatori non solo assistono come testimoni, ma sono anche invitati a partecipare attivamente: alcuni scrivono un proprio pensiero sul padre, altri scrivono i titoli delle scene sui pezzi di puzzle, aggiungendo qualcosa di personale intorno alla figura del padre.

Qual è il rapporto con i padri e cosa resta (resterà) alla loro scomparsa? I pezzi capovolti vengono poi disposti nello spazio e svelati casualmente, così che le scene possano agire come i ricordi: arrivano all’improvviso, senza poterli prevedere. Arturo ha quindi una struttura mutevole, non replicabile e dalle “infinite” combinazioni: l’ordine delle scene nelle varie repliche sarà sempre differente. Arturo vuole trasformare il dolore in atto creativo, con l’intento di rendere una memoria privata collettiva e universale.

___

Perché vederlo?

  • Perché tocca temi profondi con grande delicatezza, senza compatirsi ma bensì trasformando il dolore in atto creativo.
  • È inoltre uno spettacolo tra i Vincitori del Premio Scenario 2020 e finalista del Premio In-Box 2021.
  • Citando le parole della giuria del premio scenario, “Un teatro di verità che, grazie all’autenticità dei due protagonisti, rende incerto il confine della rappresentazione”. Le autobiografie di Nardinocchi e Matcovich, da memorie private, divengono atto collettivo e universale.

Spettacolo realizzato con il contributo di Teatro Due Mondi, ACS – Abruzzo Circuito Spettacolo, Centro di Residenza della Toscana (Armunia Castiglioncello – Capotrave / Kilowatt Sansepolcro), Residenza produttiva Carrozzerie | n.o.t.
con il sostegno di Teatro di Roma – Teatro Nazionale

Informazioni aggiuntive

tipo biglietto

intero, ridotto (under 30- over 70), ridotto speciale

Dettaglio Eventi

Data: Maggio 20, 2022

Ora inizio: 21:00

Ora fine: 22:00

Sede: Teatro Fucina Culturale Machiavelli, via Madonna del Terraglio 10, Verona

Telefono: 045 5544712

Email: biglietteria@fucinaculturalemachiavelli.com